La storia

Abbiamo collaborato per la diffusione del CD-rom "Cerco Lavoro" elaborato dal Soroptimist Nazionale tramite gli Istituti Superiori e l'Informagiovani. Ci sentiamo molto legate all'Associazione La Porta - Piccola Comunità Educante di Sarmede (struttura di tipo familiare, a carattere educativo ed assistenziale in grado di ospitare fanciulli e giovani in difficoltà) che dal 1991 abbiamo sostenuto moralmente e finanziariamente con la somma complessiva di 75 milioni di lire ricavati dalla vendita di opere esposte in due splendide mostre di pittura "Dieci Maestri Veneti" e "Nike e Colomba" da noi organizzate presso il Palazzo Piazzoni del Comune di Vittorio Veneto. Ricordiamo che in concomitanza di quest'ultima mostra, ideata per celebrare i valori della pace in occasione dell'80° anniversario della vittoria di Vittorio Veneto nella prima guerra mondiale, è stato anche indetto un concorso rivolto agli studenti dell'Istituto d'Arte di Vittorio Veneto, atto a stimolare e valorizzare il loro impegno scolastico e la loro creatività. In più occasioni abbiamo organizzato conferenze, concerti, spettacoli musicali e teatrali con i quali abbiamo potuto sostenere economicamente diverse associazioni tra cui: la Città della Speranza di Padova (ricerca sulle leucemie infantili), Consorzio per mio figlio (animazione nel reparto pediatrico), Ass. Onlus Sergio Piccin di Conegliano (struttura la quale si occupa di persone disabili), Ass. Farfalla (prevenzione e cura dell'io corporeo), Croce Rossa Italiana, Telefono Azzurro, Unicef e, attraverso service nazionali ed internazionali, alcuni paesi del terzo mondo. A seguito di una conferenza del dott. Bruno Nardin sul tema "Tempo libero come strumento di prevenzione", collaborando con il Comune di Conegliano, nasce l'idea di organizzare un'indagine "Ricerca sul tempo libero dei ragazzi" da noi finanziata. Nel 1987 viene pubblicata la ricerca "Giovani e tempo libero a Conegliano" a cura di Mario Nievo con la collaborazione del Rotary e del Lions Club. L'effetto di tale iniziativa ha dato l'avvio per una maggiore attenzione da parte dei servizi sociali verso i giovani. Dal 1985 a oggi annualmente abbiamo partecipato all'iniziativa culturale del Club nazionale "Concorso Bocconi" offrendo al maturando piú meritevole del comprensorio un soggiorno di dieci giorni con frequenza di stage presso l'Università Bocconi di Milano. Nel 1987 abbiamo fondato, prime nel Veneto, la "Scuola per genitori" (120 iscritti con incontri settimanali per circa sette mesi con personale incaricato alla custodia dei bambini), che abbiamo sostenuto fino al 2000. Con la nostra sollecitazione il Comune di Conegliano dal 1994 ha elargito alla scuola un contributo annuale e messo a disposizione una sede idonea. Nel 2001 in collaborazione con il Movimento per la Vita di Vittorio Veneto ed i Comuni di Conegliano e Vittorio Veneto è stato organizzato il corso "Genitori con la patente" tenuto dalla dott.ssa Maria Rita Parsi (350 iscritti - per un totale di 10 incontri mensili). Si è organizzato un campeggio estivo per ragazzi in difficoltà psicologica in collaborazione con AGE (Associazione Genitori). Abbiamo organizzato tre incontri per "L'orientamento scolastico" rivolto agli alunni delle classi quinte superiori presso l'Auditorium "Dina Orsi" di Conegliano con relatori del mondo universitario e di quello imprenditoriale. Accogliendo i problemi sentiti nel mondo del lavoro abbiamo realizzato i convegni "Azienda e passaggio generazionale: continuità o frattura?" presso il Seminario Vescovile di Vittorio Veneto e "Donne, mondo del lavoro, famiglia. Le tendenze nel Trevigiano" in collaborazione con l'Assessorato alle politiche sociali del Comune di Conegliano. A seguito della conferenza di Paola Gelsomino Bond dal titolo "Donna e leadership: la comunicazione come fattore strategico di successo" il Club ha programmato "corsi di comunicazione" sia per studenti presso alcune scuole superiori del comprensorio sia per giovani donne già introdotte nel mondo del lavoro o alla ricerca di un collocamento adeguato alle loro aspettative. Continuando nel filone della comunicazione, dopo quella verbale, abbiamo preso in considerazione quella "visiva" con le mostre: "natura ed artificio" dell'artista Rosanna Lancia presso la casa Cima di Conegliano corredandola di un catalogo con percorso didattico e "Fucina degli angeli - proposte per una cattedrale" di Egidio Costantini a Vittorio Veneto, iniziative che hanno avuto un grande successo di pubblico. Prendendo spunto da un service ideato dal club di Belluno-Feltre, abbiamo organizzato un "corso di formazione teorico-pratico per baby-sitter" in collaborazione con l'Unità Operativa di Pediatria di Conegliano-Vittorio Veneto. Il service ha carattere continuativo. Siamo orgogliose di aver contribuito nel 1987 alla fondazione dell'"Università degli Adulti e degli Anziani di Conegliano" che ha permesso a molte persone di coltivare i propri interessi e arricchire le proprie conoscenze culturali. In occasione del ventennale, il Club ha indetto una borsa di studio rivolta ad una studentessa, distintasi alla maturità e con necessità di supporto economico per consentirle di frequentare il corso Universitario scelto. Il premio consiste in una somma di £. 5.000.000 che verrà distribuita nell'arco di 3 anni. Abbiamo promosso la realizzazione del CD-rom "L'aria, la terra e l'anima" quale messaggio per invitare i giovani ad esprimere la loro fantasia e la loro creatività. Da un'idea di alcune socie, di ritorno da un convegno nazionale, è nata una collaborazione tra i club del Triveneto che ha portato ad un primo importante convegno a Pordenone con tema "La donna..." con la presenza della Past President Jean Marie Bosia Berberat, seguito da altri successivi tra cui ricordiamo il convegno svoltosi a Treviso sul tema "Il fiume e l'uomo" con realizzazione da parte del nostro club di un CD-rom dal titolo "Conservazione sostenibile dei valori storici ed ambientali del fiume Meschio". Per due anni abbiamo aiutato famiglie con figli portatori di handicap tramite assistenza a domicilio di due animatori dando modo all'Usl 7 e ad altri enti competenti di promuovere interventi sistematici. Sono stati sostenuti per vari anni i villaggi SOS interclub (organizzazione che raccoglie bambini abbandonati o trascurati dai genitori formando dei nuclei familiari di quattro bambini intorno ad una mamma) con il Rotary Club ed il Lions Club. Abbiamo sostenuto il Centro Disabili di Casa Fenzi con l'acquisto di strumenti: tornio, traforatrice, forno per ceramica per far sì che gli assistiti potessero usufruirne e aumentare le loro competenze manuali. Ci è stata particolarmente cara, come donne, l'adozione di una mamma, Stefania (giovanissima ragazza madre) che abbiamo aiutato tangibilmente durante la gravidanza e per i primi dodici mesi del piccolo Brian e oggi regolarmente incontriamo per le festività natalizie e pasquali. Negli ultimi anni ci siamo avvicinate anche agli ospiti alla Casa di riposo Fenzi con l'attento ascolto alle loro problematiche fisiche e morali; abbiamo costruito un variopinto giardino, acquistato un pianoforte e un apparecchio per ultrasuoni ed organizzato piccole gite, concerti e feste per le ricorrenze più importanti. Abbiamo effettuato studi e pubblicazioni per il recupero degli interni della Chiesetta della Beata Vergine della Salute di Conegliano e il recupero di Via Madonna della Neve pure di Conegliano, a conclusione del quale abbiamo organizzato, lungo la stessa via, una originale e partecipata mostra di pittura. È stata eseguita opera di restauro dell'altare della Chiesetta della Beata Vergine della Salute di Conegliano, di una scultura della Chiesetta di Santa Caterina di Conegliano e di alcune pergamene del Duomo di Serravalle di Vittorio Veneto. Dal desiderio di valorizzare la professionalità delle socie è nata l'idea di approfondire temi riguardanti la donna e il diritto di famiglia. La consapevolezza successiva che questi argomenti potessero interessare l'intero mondo femminile, ci ha fatto decidere di aprire al pubblico le annuali conferenze della dott.ssa Alessandra Graziottin, la quale devolve regolarmente il ricavato della serata alla missione di Shillong in India, e di organizzare, in collaborazione con l'associazione "Movimento per la Vita" di Vittorio Veneto, annuali seminari di psico-animazione.